DEM e Newsletter: differenza e come usarle per la tua azienda

9 Gennaio 2023, di bake

Conoscere la differenza tra DEM e Newsletter è fondamentale per definire un piano strategico di marketing nella tua azienda. 

Il Direct Email Marketing, conosciuto anche come DEM, è uno tra i mezzi migliori per promuovere la tua attività. Come si percepisce dal nome, si serve delle email per creare strategie di comunicazione efficaci, con l’obiettivo di implementare il rapporto tra un’azienda e la sua audience o per inviare aggiornamenti e comunicazioni a scopo promozionale.

In questo articolo non ci soffermeremo sulle caratteristiche tecniche del Direct Email Marketing, ma ti faremo capire perché è fondamentale in un’azienda!

Se invece, vuoi informarti meglio su cos’è la DEM, a cosa serve e come si pianifica, leggi il nostro articolo dedicato al Direct Email Marketing.

Differenza tra Direct Email Marketing e Newsletter

Prima di iniziare a parlare del perché il Direct Email Marketing sia fondamentale oggi, è bene che tu sappia la differenza tra DEM e newsletter. Sebbene entrambe si servano delle mail, i loro obiettivi sono nettamente diversi.

Il Direct Email Marketing ha un fine commerciale e promozionale. Infatti, prevede al suo interno una sola offerta e un’unica Call To Action.  L’email viene inviata ad una lista preselezionata di utenti che in precedenza avevano rilasciato la propria autorizzazione ad essere contattati per ricevere informazioni in merito a sconti e promozioni. Un classico esempio di DEM riguarda l’avviso della spedizione gratuita per un tempo limitato, in modo da invogliare l’utente a compiere un acquisto. 

La Newsletter invece ha un fine informativo, al suo interno contiene delle informazioni utili per i destinatari, come aggiornamenti o diverse novità su un determinato argomento. Il suo scopo è quello di fidelizzare gli abbonati all’azienda, mantenendo un rapporto costante con essi. Proprio per questo la newsletter viene inviata periodicamente: una volta a settimana o una volta al mese.

Il fine ultimo di entrambi è ovviamente quello di condurre l’utente all’acquisto, ma la strada che percorrono per arrivarci è molto diversa! In una buona strategia di comunicazione, l’una non esclude l’altra, ma bisogna far attenzione alla pianificazione: troppe mail rischiano di stancare e infastidire l’utente!

Differenza tra DEM e Newsletter

Come creare una DEM funzionale? 

Ora che sei in grado di distinguere la differenza tra DEM e newsletter, ti chiederai come si costruisce una DEM funzionale. Te lo spieghiamo noi!

Il Direct Email Marketing è un ottimo strumento per costruire relazioni con i tuoi clienti e proprio per questo deve essere fatto in modo ottimale. I primi aspetti da considerare sono quelli psicologici, che influenzano proprio l’apertura della mail.

Rifletti, pensa a te stesso: cosa fai quando ti arriva una mail da un brand? Guardi già il cestino oppure sei curioso di leggere? Sicuramente darai un’occhiata alle prime righe per filtrare le informazioni, dopodiché deciderai se leggerla per intero. 

Un’azienda deve fare attenzione a diversi aspetti:

  1. Effetto Priming: un bias cognitivo, per il quale l’esposizione e la reazione ad un primo stimolo, influenza la risposta di quelli successivi. Le prime parole di una DEM sono quindi fondamentali per il proseguimento della lettura.
  2. Power Words: parole efficaci che attraggono il lettore. Ne sono un esempio: gratis, offerta, incredibile, solo per oggi. Queste parole non devono mai mancare in una DEM, perchè sono in grado di suscitare un’emozione, aumentando così la curiosità dell’utente.
  3. Frequenza di invio: è molto importante calibrare la frequenza dell’invio di una DEM, poiché ricevere troppe comunicazioni genera pesantezza. Uno dei rischi maggiori è l’annullamento dell’iscrizione da parte di un utente.
  4. Responsive layout: è fondamentale ottimizzare e adattare le mail per la lettura su tutti i dispositivi, dato che la maggior parte delle comunicazioni vengono aperte proprio da mobile phone.
  5. Primacy e Recency: questo è un principio secondo il quale le parole centrali di un testo hanno meno rilevanza rispetto a quelle all’inizio o alla fine. E’ bene quindi, inserire le informazioni più rilevanti nella prima o nell’ultima parte del testo, in modo tale da assicurarsi la lettura dall’utente.
  6. Call to action: è bene chiudere sempre una DEM con un invito all’azione per incoraggiare l’utente all’acquisto. 

 

Festività: il periodo migliore per inviare email

Il Direct Email Marketing è molto utilizzato nel periodo che precede le festività. Molti preferiscono prendere spunto online per i regali da fare e le DEM sono un ottimo strumento per indirizzare il traffico verso il sito web della tua azienda. 

Ci sono studi che dimostrano che gli acquirenti a cui sono stati proposti i prodotti via email, spendono il 138% in più rispetto a chi li guarda su un sito web per la prima volta. Soprattutto in questi ultimi due anni, a seguito della pandemia, gli acquisti online sono cresciuti notevolmente, quindi è fondamentale la creazione di una community. 

Ecco le 10 ricorrenze da non dimenticare

  1. Blue Monday 
  2. Saldi
  3. San Valentino 
  4. Festa della Donna 
  5. Festa del Papà 
  6. Pasqua
  7. Festa della Mamma
  8. Halloween
  9. Black Friday
  10. Cyber Monday
  11. Natale 

Focalizzati su queste occasioni e sfruttale per inviare DEM di successo! Ti consiglio di utilizzare dei layout diversi per ognuna, in modo da non risultare ripetitivo agli occhi dell’utente. Vediamo alcuni esempi!

Come creare una DEM efficace per le feste? 

Le festività sono uno dei periodi migliori per fidelizzare gli utenti al proprio brand, ma la difficoltà più grande è distinguersi dalle altre aziende. 

Per prima cosa devi riuscire a rendere la tua DEM visivamente piacevole: utilizzare quindi un layout moderno, ma al tempo stesso semplice. L’utente dovrà cogliere subito l’offerta proposta, in modo tale da non cestinare l’e-mail. 

Inoltre potresti creare una guida che suggerisca una lista di regali per Natale: è un ottimo modo sia per mettere in evidenza i tuoi prodotti, ma anche per creare un contenuto di valore. Potresti linkare ogni prodotto o semplicemente il sito web: in ogni modo, offrirai all’utente un’esperienza di navigazione rapida e diretta. 

Ora che sai la differenza tra DEM e newsletter, hai tutte le informazioni per creare una strategia di email marketing di successo! 

L’email marketing può diventare il principale strumento dei tuoi ricavi e aiutarti a fidelizzare i tuoi clienti. Se hai bisogno di più informazioni su come utilizzarlo nella tua strategia di comunicazione, contattaci subito!

Roma, 13°
Londra, 5°
Berlino, 5°
New York, 12°
Tokyo, 2°