Come costruire un sito web professionale in 8 step

23 Marzo 2018, di Giovanni Occhiuto

Come costruire un sito web professionale ed efficace? Come creare un sito internet che attiri traffico selezionato e che sia esteticamente conforme alla tua brand identity?

Se è molto tempo che pensi a come costruire un sito web professionale ed efficace, ma non sai da dove iniziare, sei atterrato sull’articolo giusto! Oggi scoprirai gli 8 step essenziali da intraprendere per iniziare a comunicare sul web con successo e per imparare a costruire il tuo sito web funzionale e di impatto.

Ogni step di questo tutorial su come costruire un sito web professionale si sviluppa su 2 canali paralleli. Da un lato, ogni step può essere effettuato in completa autonomia. Dall’altro, per ogni step è svelata quale figura professionale può aiutarti ad ottenere dei risultati migliori.

Iniziamo.

1. Parti con un’idea, degli obiettivi e un brand

“Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare” diceva Seneca. Ed aveva ragione!

La prima cosa che devi fare per riuscire a creare un sito web professionale è avere ben chiaro in mente la tua idea di business ed i tuoi obiettivi di comunicazione e di vendita sul web.

Prima di buttarti a capofitto su un progetto online, dunque, ti consiglio di farti le seguenti domande: è una buona idea? In cosa la mia offerta finale sarà diversa rispetto a quelle dei miei competitor? Come creo un’offerta unica? In cosa mi differenzierò?

Insomma, è essenziale che tu abbia ben chiaro in mente il “perché” ti appresti a creare un sito web professionale. Solo dopo che hai chiaro il perché potrai passare al “come”.

competitor strategy

Inoltre, in questa prima fase dovresti anche mettere a punto il tuo brand e la tua brand identity.

Questo vuol dire che devi creare o ricreare il tuo brand sia dal punto di vista estetico che dal punto di vista comunicativo e rappresentativo. Rispondi alle domande: qual è il mio brand? Come si differenzia dagli altri? Cosa comunica?

Questa prima fase può essere svolta in autonomia oppure affidandosi a degli esperti del settore. Ad esempio noi di Bake siamo ben felici di poterti offrire un servizio di branding (o rebranding) qualora ne avessi bisogno. Così come possiamo aiutarti a mettere a fuoco la tua idea ed a scegliere i tuoi obiettivi riguardo la comunicazione sul web.

2. Analizza la concorrenza

Dopo che hai messo bene a fuoco la tua idea ed i tuoi obiettivi, bisogna poi analizzare “il territorio”. Ovvero analizzare i competitor che già operano sul tuo mercato o sulla tua nicchia di mercato.

In particolare, a questo punto devi capire punti di forza e punti di debolezza dei competitor della tua nicchia. In modo tale da prendere spunto dai primi, e cercare di eliminare i secondi.

Per farla breve, un modo per posizionarsi bene sin dall’inizio è quello di analizzare i competitor della tua nicchia e poi cercare di superarli in termini di qualità.

Ma non solo. Conoscere ed analizzare la concorrenza ti permette anche di affinare le tue idee e di capire meglio quale sia il tuo pubblico. E quindi rende il tuo piano operativo su come costruire un sito web professionale molto più efficace.

Nota che capire il tuo pubblico e capire come l’offerta attuale sta soddisfacendo il tuo pubblico ti permetterà di metterti in una situazione di forte vantaggio. Solo capendo alla perfezione queste dinamiche saprai come offrire ai tuoi clienti quel qualcosa in più che può fare la differenza.

3. Scegli hosting, dominio e CMS

A questo punto puoi iniziare concretamente a costruire il tuo sito web professionale!

Il primo step pratico è comprare un dominio. Il dominio del tuo sito dovrà essere orecchiabile e semplice da ricordare. Banalmente, esso dovrebbe corrispondere al nome della tua attività.

Riguardo l’estensione del dominio, il .com è utile se si vuole avere una presenza globale. Il .it invece è utile per rimarcare la connessione con l’Italia. Un’altra alternativa è scegliere il .net.

Poi devi scegliere l’hosting, che è lo spazio web sul quale nascerà il tuo sito.

wordpress

E’ una scelta molto importante, perché l’hosting provider che sceglierai determinerà in primis la velocità del tuo sito, e poi anche la velocità nel risolvere eventuali problemi tecnici del tuo sito.

In linea molto generale, più un hosting provider è costoso, più il tuo sito sarà veloce e più il supporto per eventuali problemi sarà valido.

Infine, devi scegliere la tecnologia di progettazione. Devi quindi scegliere la tecnologia che ti permette, concretamente, di creare il sito.

Nella pratica ciò significa scegliere un CMS, un Content Management System. Ovvero una tecnologia che ti permette di creare facilmente e in modo intuitivo dei contenuti web senza essere un esperto di programmazione.

Come forse saprai già, il re dei CMS è WordPress. WordPress è infatti il CMS utilizzato dalla stragrande maggioranza delle persone in Italia e nel mondo.

Non mancano però le alternative. Specialmente per quanto riguarda gli ecommerce ci sono CMS specifici molto popolari come Prestashop o Magento. Infine, per settori particolari e di nicchia non è raro assistere persino all’utilizzo di CMS creati ad hoc.

Anche in questo caso, hai 2 alternative. Puoi scegliere se svolgere la fase di scelta e gestione di dominio e hosting in modo autonomo oppure se affidarti a professionisti come noi di Bake. Stessa cosa riguardo la scelta del CMS e la gestione dello stesso: puoi scegliere se fare tutto da solo oppure se avvalerti dell’appoggio di professionisti come noi di Bake.

Guarda ora questo breve video di Marco Mambelli su che cos’è WordPress.

4. Implementa il layout e la grafica del sito

A questo punto devi lavorare sulle grafica del tuo sito.

Quale deve essere il colore dominante del sito? Come deve essere strutturato tutto il sito? Quale deve essere il layout specifico di ogni articolo e di ogni pagina?

Cerca di rispondere a queste domande e poi agisci di conseguenza. La grafica e il layout di un sito sono elementi molto più importanti di quanto tu possa pensare.

Ma come si fa a costruire un sito web dalla grafica e dal layout professionale? Come al solito hai 2 strade alternative.

costruire website

La prima è creare i tuoi contenuti direttamente nel backend di WordPress, affidando la grafica ed il layout a un tema gratuito o a pagamento all’interno WordPress.

Per quanto tu possa essere bravo nella scelta del tema e nella gestione degli elementi backend del tema stesso, devo però avvisarti che esistono dei professionisti dedicati esclusivamente alla creazione del web design di un sito.

E quindi è solo rivolgendoti a web designer professionisti che potrai ottenere un design premium, diverso da quello di un tema predefinito. I web designer infatti sapranno progettare un’interfaccia unica e “su misura”, con un layout funzionale al tipo di comunicazione che desideri intraprendere.

Ancora una volta dunque hai 2 strade: il fai da te oppure l’affidarti a professionisti del web design come noi di Bake.

5. Crea contenuti di valore

Prima di creare una qualsiasi tipologia di contenuto web, devi avere bene in mente il principio cardine di qualsiasi contenuto che produci: la creazione di valore per le persone.

La predisposizione a “scrivere per le persone” sarà la base per il successo del tuo sito web.

Quindi, prima di iniziare a scrivere qualsiasi contenuto, tieni bene a mente che la qualità dei tuoi contenuti deve essere la più alta possibile. Perché i tuoi contenuti devono portare valore vero agli utenti.

A riguardo, ho ritagliato per te uno spezzone di video di Dario Vignali, uno dei nomi più importanti del web marketing italiano.

In questo spezzone di video Vignali ti spiega meglio di me perché lo “scrivere contenuti di valore per le persone” deve essere la tua bussola per la creazione di contenti web vincenti.

6. Segui le regole della SEO

La Search Engine Optimization (SEO), in italiano l’ottimizzazione per i motori di ricerca, è una metodologia che permette di aumentare la quantità e la qualità del traffico di un sito internet attraverso i motori di ricerca.

Attraverso la SEO, dunque, del nuovo traffico di qualità atterrerà su un sito grazie a risultati di ricerca “naturali”, detti anche “organici”.

La SEO permette dunque che una o più pagine di un sito ottengano posizioni elevate nei risultati di ricerca di Google. In inglese i risultati che escono fuori da una pagina di un motore di ricerca come Google si chiamano “SERP”: Search Engine Results Page. La SEO serve quindi per posizionare una o più pagine di un sito in alto nella SERP di Google.

seo

Per permettere ai contenuti del tuo sito web di raggiungere le posizioni più in alto nella SERP di Google, esistono tantissime regole sia “on-site” che “on-page” da conoscere, implementare e rispettare.

Anche qui, hai come sempre 2 strade. O cerchi di formarti ed applicare tu stesso le decine di regole SEO per ottimizzare i tuoi contenuti per Google. Oppure ti affidi a una figura professionale: il SEO Specialist, colui che unisce le competenze della SEO, del copywriting e spesso anche del Digital Marketing ed aiuta il tuo sito a posizionarsi in alto nei risultati di ricerca di Google.

Dopotutto, cosa te ne fai del tuo sito se esso non è visibile ai tuoi potenziali clienti?

7. Segui le regole del digital marketing

L’ottimizzazione del tuo sito non deve fermarsi soltanto alla SEO. Infatti, la sola attrazione di nuovo traffico di qualità sul sito non basta. Devi, contestualmente, fare in modo che la maggior parte del traffico del tuo sito possa diventare il più proficuo possibile per la tua attività.

Questo è il “Digital Marketing”, ovvero l’insieme di strategie web di conversione da implementare per fare in modo che gli utenti/visitatori di un sito diventino il più proficui possibile per te.

Per questo la SEO ed il digital marketing vanno spesso a braccetto tra loro. La SEO permette a nuovi utenti di qualità di atterrare sul sito. Il digital marketing aiuta a convertire questi nuovi utenti in clienti.

digital marketing

Nella pratica, il digital marketing si fonda nell’implementazione di call to action incentrate a trasformare i visitatori di un sito in clienti. Anche qui, ci sono tantissimi modi con cui esso si applica nella pratica, che dipendono spesso anche dal settore in cui si opera.

Ed anche in questo caso, come al solito, puoi o cercare di implementare da solo delle strategie di digital marketing oppure puoi affidarle ad una figura professionale specifica. Che prende il nome di “Web Marketer” o “Digital Marketer”. Spesso (ma non sempre) tale figura professionale si unisce a quella del SEO Specialist.

8. Monitora l’evoluzione del tuo sito e miglioralo

Quest’ultimi punto può sembrare banale, ma mi perdonerai.

Un sito web è come un organismo vivente: evolve nel tempo, non è qualcosa di statico. Può migliorare o può peggiorare.

Il miglior modo per riuscire a costruire un sito web professionale è quindi quello di monitorare la sua evoluzione. E poi di decidere man mano le azioni da attuare per migliorarlo.

Devi però sempre considerare il fatto che ci vuole tempo. Probabilmente sai già che le persone non inizieranno ad atterrare in massa sul tuo sito da un giorno all’altro. Ci vuole tempo, sia per farti conoscere che per aumentare le tue visite mensili, che per convertire i tuoi visitatori in clienti.

Come costruire un sito web professionale: conclusione

In questo articolo hai visto come creare un sito web professionale ed efficace in 8 step. Questi sono gli 8 passi più importanti da attuare per dar vita al proprio progetto di comunicazione online.

Come consiglio finale, posso ricordarti che la “bussola” di tutto il tuo progetto devono essere i tuoi clienti, non i tuoi gusti e le tue convinzioni personali. Il tuo sito deve essere utile alle persone che lo visitano, comunicando ad esse il più alto valore possibile. Non scordarlo mai.

Infine, molto spesso si è indecisi se provare a realizzare un sito in modo autonomo oppure se affidarsi a dei professionisti. Questo dubbio può palesarsi in ognuna delle fasi sopra descritte. Cosa scegliere?

Sicuramente, la scelta del fai da te è una scelta più lunga e difficoltosa. Dovrai spendere molto tempo per formarti e per applicare ciò che impari. E non tutti hanno la voglia, la pazienza ed il tempo per poterlo fare. Il vantaggio è chiaramente il fatto che risparmierai i soldi per pagare dei professionisti.

La seconda strada è affidare a dei professionisti del web e della comunicazione come noi di Bake una o più fasi del tuo progetto online. Questa strada può invece darti molte soddisfazioni in poco tempo, a patto naturalmente che si scelgano professionisti bravi!

Hai voglia di iniziare il tuo progetto online proprio ora? Chiedi una consulenza gratuita, contattaci!

Giovanni Occhiuto, SEO & Digital Marketing Specialist, Bake

Roma, 20°
Londra, 7°
Berlino, 4°
New York, 5°
Tokyo, 16°