Sostenibilità: la chiave per il futuro.

8 Marzo 2022, di bake

Perché la sostenibilità è la chiave per il futuro? Quali sono i brand più attivi e i settori che si stanno muovendo in questa direzione?

 

Aziende lavoro green

 

 

Sempre più spesso sentiamo parlare di sostenibilità e di responsabilità sociale.

La pandemia ha messo in luce le disuguaglianze a livello strutturale, facendoci capire quanto gli atteggiamenti sostenibili siano indispensabili per non compromettere il futuro. Il concetto di sostenibilità non può più riferirsi solo alla sfera ecologica, ma va esteso anche alla sfera sociale ed economica.

Sono ormai diverse le aziende che si stanno muovendo in questa direzione.

Il futuro appartiene alle imprese che guardano alla sostenibilità e all’inclusione, valori imprescindibili per poter competere sul mercato. Gli utenti si aspettano che siano proprio i brand a favorire l’inclusione della sostenibilità nelle loro vite.

Oggi, un prodotto ecosostenibile è più vendibile rispetto a un prodotto standard.

I consumatori sono sempre più attenti ed informati e preferiscono acquistare prodotti da brand che adottano politiche attente all’ambiente e alle persone. 

Sul piano sociale è importante che le aziende prevedano attività di monitoraggio del clima aziendale, guardando all’inclusione sociale e alla riduzione delle disuguaglianze per tutelare tutte le forme di diversità.

Cosa stanno facendo i brand per diventare più sostenibili?

Tra i brand più attivi a livello sociale troviamo Gucci, che ha fatto della diversità e dell’inclusione il centro della sua visione. 

Sono numerosi i progetti che Gucci sta portando avanti nel rispetto dell’ambiente e delle persone, promuovendo la diversità e la parità di genere anche all’interno dell’azienda. 

Il brand offre ai suoi dipendenti la possibilità di contribuire alla sostenibilità, mettendo a disposizione di ognuno, quattro giorni di permesso retribuito per fare volontariato. 

Gucci inoltre offre supporto ai giovani attraverso un programma di Changemakers Scholarship, per sostenere gli studenti in difficoltà economiche e garantire loro la possibilità di poter proseguire gli studi. 

Per quanto riguarda le iniziative ambientali, ha ridotto gli impatti attraverso la riduzione di emissioni, l’adozione di energie rinnovabili e il riutilizzo di materiali e pellami.

Anche H&M e Nike hanno intrapreso iniziative a tutela della disuguaglianze e delle discriminazioni, abbracciando il body positive.

Per fare questo, hanno ampliato le collezioni a tutti i tipi di fisici, includendo modelle curvy per lanciare un messaggio contro il body shaming.

Oltre al settore della moda anche altri settori stanno adottando un approccio che guarda alla sostenibilità, come il Design e il Turismo. 

 

L’Eco Design

Il design negli ultimi anni, ha subito un’evoluzione in chiave ecologica e sostenibile.

L’ Eco Design si basa su una filosofia di progettazione e utilizzo di materiali che rispondono ai principi di sostenibilità. L’obiettivo è quello di ridurre al minimo l’impatto ambientale di ogni tipo d’oggetto, mediante un’architettura in cui il benessere individuale e la sostenibilità ambientale sono correlati.

Tra i maggiori esponenti troviamo Kartell. Il brand attraverso il manifesto “Kartell loves the planet” ha voluto sottolineare il suo impegno per la sostenibilità e la tutela dell’ambiente. Tutti i prodotti Kartell sono realizzati con materiali completamente riciclabili e la filiera del processo produttivo si impegna ogni giorno a rispettare i protocolli di sostenibilità.

Anche SCAB Design, un’azienda Made in Italy, sostiene l’ecologia inserendo tra i suoi prodotti la collezione GO GREEN. Nella collezione la sedia viene realizzata in plastica certificata rigenerata, ottenuta dalla lavorazione e dalla rigenerazione di prodotti inutilizzati e scarti derivati dalla raccolta differenziata. 

 

 

Il turismo sempre più “green”

Sostenibilità è anche la parola d’ordine per ogni marchio di hotel e resort di lusso. I viaggiatori consapevoli sono stati la forza trainante di questo movimento, assicurandosi che i loro viaggi si avvalessero di strutture rispettose dell’ambiente ed effettivamente sostenibili.

Tra questi troviamo il One Aldwych di Londra che utilizza solo imballaggi biodegradabili per tutti i servizi in camera, prodotti cosmetici 100% naturali e una piscina senza cloro, che utilizza un sistema di pulizia a base minerale.

Il Lefay Resort & Spa che si trova sul Lago di Garda, con i suoi 11 ettari di vegetazione, si avvale di una costruzione realizzata con materiali locali e nelle sue cucine, utilizza solo prodotti coltivati ​​in casa.

Anche alcuni gruppi alberghieri internazionali, tra cui Meliá, Barceló, Nh, Accor e Radisson hanno lanciato la nuova iniziativa Basic sustainability framework. Le iniziative comprendono azioni a livello ambientale, sociale e di governance aziendale.

 

turismo green

 

In conclusione, i vantaggi per la sostenibilità sono moltissimi, sia a breve che a lungo termine. Lo sviluppo sostenibile è una sfida per la società e come abbiamo visto, non comprende semplicemente l’ambiente. È importante che tutti comprendano il ruolo che possono avere nel raggiungimento della sostenibilità, sia per una questione etica, sia per rispetto del mondo valoriale dei loro consumatori.

 

Leggi gli articoli sul nostro journal. Se hai bisogno di più informazioni sui nostri servizi, contattaci!

 

Roma, 16°
Londra, -2°
Berlino, -1°
New York, 8°
Tokyo, 10°