Storie di Brand senza età. Il caso Ferrari - Bake Agenzia di Comunicazione

Storie di Brand senza età. Il caso Ferrari

12 Luglio 2018, di bake journal

Quanti brand esistono sul mercato?
Un numero incalcolabile, ma solo alcuni godono di un’aura magica che li rende senza tempo.
Il segreto che permette a questi brand di occupare un posto privilegiato nella mente dei consumatori è contenuto nella loro storia, nelle origini lontane e nei valori da conservare e tramandare.

La storicità dei marchi classici crea nei consumatori uno sorta di nostalgia per un tempo che appare più semplice del presente, un dolce eco che accende la memoria. Così, un brand diventa il profumo dell’infanzia, il ricordo di giornate estive o il simbolo di una rivendicazione sociale. Un brand diventa un’emozione. Al di là del prodotto concreto, acquistiamo la rappresentazione di un passato mitico.

Se un brand sopravvive nel tempo significa che ha superato i cambiamenti del mercato, ha capito come evolversi e sfruttare il suo Heritage, creando un perfetto bilanciamento tra l’immutabilità della propria essenza e la tendenza all’evoluzione per restare desiderabile. Un brand senza tempo è anche frutto di un’intensa creatività, di una prospettiva nuova sul mercato ed è spesso legato alla passione di qualcuno, come quella di Enzo Ferrari.

Assiste alla prima corsa automobilistica a dieci anni e se ne innamora subito.
Rimane orfano di padre, viene arruolato e congedato per una pleurite. Si rimette in sesto e torna alle macchine, chiede di essere assunto alla Fiat di Torino, ma viene rifiutato. Enzo non si arrende, dopo diversi tentativi, diventa pilota per l’Alfa Romeo e crea la “Scuderia Ferrari”. Nel ’39 lascia il posto e fonda la sua casa automobilistica, la ACC a Maranello. Oggi, la Ferrari vale 4 miliardi ed è stato considerato dal Brand Finance uno dei Brand più forti al mondo.

Perché?

“Ferrari è più di un brand famoso, è quasi un culto, una religione. Le caratteristiche del Brand Ferrari sono uniche: c’è la genialità di un uomo, la storia vincente delle gare di F1, l’esclusività, la grande popolarità, l’eleganza, la performance, l’innovazione tecnologica, il lavoro di squadra. È un insieme di elementi tra mito e fascino difficilmente replicabili ma che rendono il marchio unico.” Spiega Andrea Perrone, Senior Vice President Brand.

Un Brand è una storia che si racconta, una sorta di vaso di Pandora che diffonde i suoi valori ogni volta che acquistiamo un prodotto. Dietro un Brand c’è molto, e più che criticare con cinismo una civiltà asservita al consumismo, bisognerebbe riordinare l’asset dei nostri valori e acquistare qualcosa non tanto per il gusto di possedere, ma con un senso di gratitudine e magari di riconoscenza, verso una storia che sentiamo vicina e che diventa un po’ nostra.

Fonte: The Elixir of youth

Roma, -1°
Londra, 11°
Berlino, 3°
New York, 2°
Tokyo, 7°