Marketing e turismo: cos'è cambiato dopo il Coronavirus? - Bake Agency

Marketing e turismo: cos’è cambiato dopo il Coronavirus?

24 Settembre 2020, di bake

Tante sfide e tante opportunità per il turismo: il momento giusto per sviluppare nuove strategie di marketing.

Il Coronavirus ha modificato tutte le nostre attività e chi si occupa di marketing per il turismo negli ultimi mesi ha vissuto momenti difficili. Tutti noi dai primi gironi di lockdown fino ad oggi abbiamo imparato ad organizzare le nostre giornate in modo nuovo, ma quello del turismo è sicuramente uno dei settori che ha sofferto di più. In Italia il settore turistico ha un’importanza fondamentale per l’economia e in un momento così delicato è necessario trovare nuove strategie per sopravvivere.

Durante il lockdown. Come ha reagito il mondo del marketing per il turismo?

Durante il lockdown le previsioni per l’estate erano drammatiche. All’inizio il dubbio era: ma ci sarà effettivamente un’estate? Potrò spostarmi?
La prima problematica con cui si sono dovuti scontrare gli enti turistici pubblici e privati è stata quella relativa alla comunicazione. Come e cosa comunicare dal momento che sono tutti, o quasi, chiusi in casa? Era importante capire come gestirla senza fare errori, o comunque facendone il meno possibile. Un esempio molto efficace di comunicazione turistica nel periodo di lockdown viene dal Portogallo. Visit Portugal, che già da tempo portava avanti la campagna Can’t skip Portugal, 5 mesi fa, nel pieno della pandemia, ha pubblicato il video Can’t Skip Hope. Il video si soffermava sull’importanza di fermarsi per poi ripartire insieme.

Ovviamente la riflessione principale si è mossa intorno al concetto di riorganizzazione dell’intero settore turistico. Come ha sostenuto Francesco Tapinassi durante la presentazione della giornata BTO Reshape: il nuovo volto del turismo, organizzata in collaborazione con Rinascita Digitale: «Abbiamo pensato [al termine] Reshape, che è sostanzialmente fiducioso, un po’ ottimista, perché c’è la necessità di rimodellare soprattutto i sistemi organizzativi conosciuti. È una profonda trasformazione che richiede una riflessione».
Alcuni dei punti chiave sui quali si sono soffermati gli esperti nel tentativo di dare un nuovo assetto al settore del marketing turistico sono stati:

E poi?

Con la fine del lockdown tutti noi abbiamo iniziato a immaginarci la nostra estate, quando fino a un mese prima sembrava quasi impossibile. A livello comunicativo si è puntato molto, quindi, sul turismo di prossimità. Sia gli enti privati sia le istituzioni hanno sviluppato una comunicazione che mettesse in risalto le possibilità di scoperta dei luoghi più vicini a noi. In questa direzione si è mosso Visit Lazio con il progetto #SurprisingLazio, che prevedeva il racconto della regione sui Social Network da parte dei turisti e dei cittadini.

Un altro grande investimento che gli enti turistici hanno fatto e devono continuare fare è quello sul digitale. La pandemia ci ha fatto capire (finalmente) le potenzialità e le opportunità degli strumenti digitali, che anche nel settore turistico possono giocare un ruolo da protagonisti nel rilanciare i territori e creare reti e community. Questo è quello che ha fatto l’Ente Turismo Langhe Monferrato Roero, come si legge sul sito: «Dal 17 al 21 settembre 2020 il territorio di Langhe Monferrato Roero andrà in streaming sul canale Facebook @visitLMR per raccontare cibo, tradizioni e storia di uno dei luoghi più amati d’Italia e diventare la più sensazionale piattaforma di broadcasting turistico che sia mai stata concepita».

Un altro argomento fondamentale continua ad essere quello della sostenibilità. Ora più di prima, infatti, si è resa evidente l’esigenza di sviluppare azioni e progetti sul territorio che vadano in una direzione sostenibile su tutti i livelli: ambientale, economico e sociale. Andare verso lo slow tourism, imparare che è possibile un turismo diverso, responsabile e sostenibile.

Tutte le difficoltà creano sempre infinite opportunità. Questo è il momento giusto per cambiare e noi di Bake Agency possiamo aiutarti a sviluppare la strategia di marketing più giusta per te. Conttaci, ti aspettiamo.

Roma, 21°
Londra, 9°
Berlino, 12°
New York, 17°
Tokyo, 18°